Da secoli gli ulivi, gli agrumi e e le viti, rappresentano alcune tra le risorse fondamentali della Calabria, una terra fertile e generosa dove i vini hanno una storia antichissima.

I greci portarono vitigni preziosi la cui eredità sopravvive ancora oggi. Nonostante le differenze pedologiche, il vigneto calabrese si presenta abbastanza omogeneo con una prevalenza di vitigni a bacca rossa. Tra questi prevale il Gaglioppo  che fa gruppo con due varietà di Nerello, Greco Nero e altri a raggiungere la maggioranza.

Il termine vinificazione indica l’ intero processo di trasformazione biochimica dall'uva in vino.
Il processo rientra nelle attività indicate come: Opere Organiche [oo] dai Laboratori Esterni.

Uvaggio: Greco Nero 45% - Gaglioppo 45% - Merlot 10%
Diraspatura e Pigiatura:  meccanica con torchio idraulico da 4q
Quantità: 6 quintali
Resa: 70%
Fermentazione: in Botti di Rovere e damigiane di vetro

TIME A: 30 SETTEMBRE 2012 (luna piena)

FASE I:  Pigiatura con torchio idraulico 4x100

FASE II: Riempimento delle Botti di Rovere da 2x100 l

TIME B: 13 NOVEMBRE 2012 (luna nuova)

FASE III: Primo travaso e pulitura delle botti

TIME C: 8 DICEMBRE 2012 (san Martino)

FASE IV: Primo imbottigliamento e rabbocco del vino per  prosecuzione della maturazione

Uno speciale ringraziamento all'amico Francesco Lopasso per l'insostituibile guida e supporto logistico.